Archivio degli articoli con tag: brezza

Delizioso albergo e ristorante affacciato sul magnifico Stagno di Thau proprio sul porticciolo dove attraccano piccole barche da diporto e da pesca. Di fronte la città’ di Sete che al calar della sera si illumina di mille luci. Ostriche e conchiglie appena pescate da accompagnare con una bottiglia di Pic Poul vino bianco prodotto in zona che ben si accompagna al pesce! Tutti gentilissimi, sorridenti e disponibili, ottima la prima colazione tipicamente francese  e con un buon caffè’ espresso!La Voile Blanche - Bouzigues

Al porto di Carloforte e’ ancorato un grande caicco che porta a spasso i curiosi amanti delle bellezze marine. L’equipaggio e’ composto da giovani, simpatici e coraggiosi che in questi tempi difficili si sono lanciati in un’altrettanto difficile impresa.

Con loro abbiamo organizzato una bella gita per gli amici venuti a trovarci, giornata splendida, mare calmo e leggera brezza da  nord-ovest. Dopo un paio d’ore di navigazione, si getta l’ancora e ci si da alla pazza gioia, bagni, tuffi ed esplorazioni varie tra gli scogli della meravigliosa costa ovest della Sardegna. Verso le due del pomeriggio un delizioso profumino ci riporta alla barca e con grande nostra felicità troviamo una grande tavola apparecchiata e un’enorme scodella di pasta fumante!

Per 10 persone prendo 3kg di cozze, 3 spicchi d’aglio senz’anima, 1 mazzetto di prezzemolo, pepeoncino a piacere, 1 bicchiere di vino bianco secco, 2 scatole di pelati da 1kg, qualche pomodorino caramellato e una grattatina di buccia di limone.

In una grande padella a bordi abbastanza alti apro le cozze a fuoco vivo, le metto da parte e conservo l’acqua di cottura, rimetto la padella sul fuoco e aggiungo abbondante olio d’oliva, soffriggo aglio e prezzemolo ben tritati con un po’ di peperoncino, spruzzo con il vino bianco e aggiungo i pelati sminuzzati, porto a cottura la salsa in pochi minuti, quindi aggiungo le cozze e lascio insaporire un momento versando un po’ dell’acqua messa da parte per non restringere troppo la salsa e per darle sapore.

Nel frattempo ho messo l’acqua sul fuoco e quando bolle salo e calo gli spaghetti, 1 kg abbondante.

Scolo gli spaghetti ben al dente e li condisco in una grande zuppiera con la salsa, aggiungo qualche pomodorino caramellato e una bella grattata di buccia di limone ben lavato e non trattato!

Grazie Luca per la ricetta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: