sformatino di parmigiano e crema di zucchineUna coppa di champagne come aperitivo e la cena si apre con una piccola insalata tepida di lenticchie e pomidoro seguita da uno sformatino di parmigiano con crema di zucchine, come primo piatto raviolo aperto con salsa ai funghi e bianco di pollo quindi tournedos con foie gras frais, carciofi e gobbi appassiti in olio extravergine e poi, per concludere, bavarese al cioccolato e mandorle.

Champagne Veuve Cliquot Reserve,  Saumur Champigny Bouvet Ladubay

Delle lenticchie ho già parlato qualche tempo fa, per gli sformatini scaldo 1/2 l. di panna fresca aggiungo un po’ di pepe nero e fuori dal fuoco 20/23 gr di maizena sciolta in poca acqua quindi 150 gr. di grana padano grattuggiato e 4 uova intere sbattendo bene con una frusta affinchè non straccino. Accendo il forno a 180° e nel frattempo imburro 8/9 stampi d’alluminnio e verso la mia crema di formaggio fino a riempire 3/4 della capacità , depongo gli stampi sulla placca del forno e verso acqua calda in modo che gli sformati cuociano a bagno maria. Inforno a forno caldo per 15 minuti. Per la crema di zucchine calcolo 1/2 zucchina, di media grandezza, a persona una noce di burro e qualche cucchiaio di panna fresca. Metto a cuocere le zucchine in acqua salata e le scolo ancora al dente, le frullo con una frusta elettrica aggiungendo una bella grattata di noce moscata, il buro e la panna, aggiusto di sale e pepe e metto da parte. Servo gli sformatini in piatti singoli con 4 petali di crema di zucchine

Il raviolo per 4/5 persone. Impasto 200 gr di farina bianca con 2 uova, un pizzico di sale e qualche goccia d’acqua, quando il mio impasto ha raggiunto una consistenza elastica lo metto a riposare per un po’ sotto un tovagliolo, sul tavolo di cucina e nel frattempo metto in padella un misto di funghi a piacimento, surgelati se inverno o freschi in stagione, con 2 cucchiai d’olio extra vergine e uno spicchio d’aglio schiacciato, spadello brevemente, 10 min ca, aggiusto di sale e pepe, levo lo spicchio d’aglio e metto da parte. Taglio in piccoli bocconi il petto di pollo, 250 gr x 4/5 persone e lo passo brevemete in padella con poco burro o olio, sale e pepe e metto da parte. Stendo la pasta, con la macchina o a mano in modo da ottenere una sfoglia come per ravioli e la taglio con il copapasta in quadrati di circa cm 7×7. Scaldo abbondante acqua in una teglia grande e a bordi alti, nel frattempo faccio una salsa con due mestoli di brodo, (se c’è di pollo!) e po’ di maizena, quanto basta ad addensare leggermente il brodo, aggiungo una manciata di prezzemolo tritato finemente, il pollo e i funghi, aggiusto di sale e pepe.

Scaldo i piatti dei miei Ospiti e cuocio i quadrati di pasta, ne dispongo uno per piatto, lo condisco con la salsa e ricopro il tutto con un’altro quadrato di pasta, due goccie d’olio extra vergine, un “brin” di prezzemolo, un po’ di pepe macinato fresco e porto in tavola.

Annunci